In evidenza

A SAN VINCENZO CORSO GRATUITO ASPIRANTI IMPRENDITORI

Vuoi aprire un'attività? Quale forma giuridica e regime fiscale scegliere per la propria impresa? Qual è l'iter burocratico per aprire una partita IVA? Quali sono i costi? Hai i fondi necessari per la partenza o hai b...

Leggi

PRO.SA, il corso finanziato da Regione Toscana

Corso gratuito per professionista di sala

Il progetto PROSA 4.0 risponde alla domanda di formazione espressa dalle aziende del comparto ristorativo e degli inoccupati che necessitano di competenze di baseper entrare nel mercato del lavoro.   Il percorso for...

Leggi

Un appuntamento per chiedere velocemente la Naspi

NASPI - VIENI DA NOI

I tuoi dipendenti hanno richiesto la Naspi per la fine della stagione? Mandali da noi, avranno un canale dedicato.     Appuntamenti a Livorno, via Serristori, 15 - II pianotutti i giorni dalle 9,00 alle 1...

Leggi

Archivio

In evidenza

A SAN VINCENZO CORSO GRATUITO ASPIRANTI IMPRENDITORI

Vuoi aprire un'attività?
Quale forma giuridica e regime fiscale scegliere per la propria impresa?
Qual è l'iter burocratico per aprire una partita IVA?
Quali sono i costi?
Hai i fondi necessari per la partenza o hai bisogno di finanziamenti?
La tua idea imprenditoriale è sostenibile nel tempo?
E' necessaria una qualifica professionale o una formazione specifica?

Queste ed altre le domande a cui risponde Confcommercio con il corso Aspiranti Imprenditori, che mira a informare in una sola mattinata, e del tutto gratuitamente, chi ha intenzione di mettersi in proprio.

E' gratuito? SI!
E' obbligatorio iscriversi? SI, i posti sono limitati così voi potrete porre tutte le domande che volete, e noi avremo il tempo di rispondervi esaurientemente.
 
Registratevi o chiedete info:
per e-mail scrivendo a stampa@confcommercio.li.it o telefonate allo 0586/1761059.
 
In evidenza
PRO.SA, il corso finanziato da Regione Toscana

Corso gratuito per professionista di sala

Il progetto PROSA 4.0 risponde alla domanda di formazione espressa dalle aziende del comparto ristorativo e degli inoccupati che necessitano di competenze di baseper entrare nel mercato del lavoro.

 

Il percorso formativo ha una durata complessiva di 239 ore di cui 74 ore di stage. Si articola in un percorso finalizzato al rilascio della certificazione delle competenze con le seguenti Unità Formative:

  • ACCOGLIENZA E ASSISTENZA CLIENTI : 58 ore
  • INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA DI COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE: 41 ore
  • VIRTUAL COMUNICATION: 8 ore
  • INGLESE TECNICO: 16 ore
  • ORIENTAMENTO AL LAVORO, ALLE PROFESSIONI E AL BILANCIO DELLE COMPETENZE: 30 ore
  • ACCOMPAGNAMENTO (individuale e di gruppo) : 8 ore
  • FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITA' A BASSO RISCHIO : 4 ore
  • STAGE: 74 ore

 

DESTINATARI:
10 giovani e adulti, inattivi/e, disoccupati in possesso di titolo di studio di istruzione secondaria superiore o almeno 3 anni di esperienza lavorativa nell'attività professionale di riferimento.

In caso di partecipanti stranieri è richiesto un livello minimo di conoscenza della lingua italiana che consente la comprensione di frasi ed espressioni di uso frequente in ambiti correnti in corrispondenza del livello A2 del Quadro Comune di Riferimento Europeo.

DOCUMENTI RICHIESTI

  • Domanda di iscrizione compilata e firmata
  • Iscrizione al Centro per l'Impiego attestante lo stato di disoccupazione
  • Curriculum Vitae firmato, fotocopia del documento di identità
  • Documentazione attestante i requisiti
  • Per i cittadini provenienti da paesi extra UE il permesso di soggiorno in corso di validità e la dichiarazione di valore del titolo di studio tradotto

PERIODO E SEDI DI SVOLGIMENTO
Il percorso formativo si svolgerà indicativamente da novembre 2022 tre/quattro volte la settimana per 4/6 ore giornaliere. Nel caso in cui la situazione epidemiologica non consenta la formazione in presenza, parte del corso sarà realizzato in modalità FAD sincrona Formazione A Distanza sincrona) attraverso la Piattaforma Zoom. I requisti tecnici per la FAD sono: PC, Tablet -webcam, audio.
Lo stage sarà realizzato interamente in presenza

Quando consentito, le lezioni in presenza si terranno a Livorno, presso CAT CONFCOMMERCIO SRL, via Serristori 15 e altre eventuali possibili sede individuate sul territorio.


INFORMAZIONI
Per informazioni contattare: CAT CONFCOMMERCIO SRL, Via Serristori, 15 - 57123 - Livorno
Telefono 0586 1761057/56 e-mail:formazione@confcommercio.li.it
Sito www.catconfcommerciopisa.org

 

ISCRIZIONI
La domanda di iscrizione, redatta su apposito modulo regionale e corredata da curriculum vitae in formato europeo, copia del documento di identità e altri documenti richiesti dovranno essere inviate non oltre le ore 17:00 del giorno 31/10/2022 a: formazione@confcommercio.li.it

La domanda può essere inviata per posta al recapito di Confcommercio CAT CONFCOMMERCIO SRL, Via Serristori, 15 - 57123 – Livorno. In caso di invio tramite posta il mittente dovrà assicurarsi dell’avvenuta ricezione da parte dell'agenzia formativa. Non fa fede il timbro postale. I modelli per l'iscrizione si possono trovare presso le sedi sopraindicate oppure sul sito internet: www.catconfcommerciopisa.org.

 

Scarica il bando completo
Scarica il modello per la domanda di iscrizione

 

 

In evidenza
Un appuntamento per chiedere velocemente la Naspi

NASPI - VIENI DA NOI

I tuoi dipendenti hanno richiesto la Naspi per la fine della stagione?
Mandali da noi, avranno un canale dedicato.
 
 
Appuntamenti a

  • Livorno, via Serristori, 15 - II piano
    tutti i giorni dalle 9,00 alle 12,30
    su appuntamento: 0586898276, enasco.li@enasco.it
 
  • Rosignano e Cecina
    lunedì, martedì e giovedì dalle 8:00 alle 12:30
    su appuntamento: 349/5658002, e.veronesi@enasco.it
 
  • San Vincenzo e Piombino
    Su appuntamento: 349/5658002, e.veronesi@enasco.it
In evidenza

LUCI SPENTE CONTRO IL CARO ENERGIA

Confcommercio della provincia di Livorno ha aderito all'iniziativa nazionale e spento le luci il 31 agosto per manifestare l'insostenibilità del caro energia.

"L’emergenza scatenata dall’esplosione dei costi energetici sta mettendo in grave difficoltà tutte le nostre imprese. La nostra Confcommercio nazionale si è attivata nei confronti delle autorità competenti e ha sottoposto a politica e istituzioni le richieste e le proposte delle imprese”, ha spiegato il direttore provinciale Confcommercio Federico Pieragnoli.
"Anche ogni singolo imprenditore ha potuto inviare un messaggio per sensibilizzare clienti e istituzioni sulle conseguenze della crescita inarrestabile del costo dell’energia che si sta abbattendo sulle imprese del terziario di mercato, dei servizi e della distribuzione moderna".
La Confcommercio provinciale ha invitato quindi commercianti, ristoratori, pubblici esercenti, balneari e albergatori ad aderire all’iniziativa nazionale di spegnimento delle luci delle attività, per 15 minuti, a partire dalle ore 12 di mercoledì 31 agosto.
"Un segnale silenzioso e necessario per far luce (spegnendola) sulla drammaticità della situazione che rischia di far collassare il sistema economico delle piccole imprese”, aggiunge la presidente Francesca Marcucci. "Un sistema che ha visto soccombere già tante aziende a del Covid e che ora stava finalmente avendo la prima vera stagione di rinascita, penso soprattutto al comparto turistico. Le spese fisse lievitate con il prezzo dell'energia che continua a gonfiare senza certezza della fine, una forte inflazione, il pericolo della recessione. Chiediamo a gran voce che le istituzioni intervengano porre un tetto al prezzo del gas e alla revisione delle regole e dei meccanismi di formazione del prezzo dell’elettricità".

 

In evidenza
In attesa del provvedimento attuativo

FONDO ECCELLENZE GASTRONOMIA E AGROALIMENTARE ITALIANO

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale che definisce le disposizioni attuative del "Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano" che prevede la concessione di un contributo massimo di 30.000 euro per ciascuna impresa, per l'acquisto di macchinari professionali e beni strumentali in favore delle attività imprese con codice ATECO:
  • 56.10.11 "Ristorazione con somministrazione", iscritte nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nei 12 mesi precedenti;
  • 56.10.30 "Gelaterie e pasticcerie" e 10.71.20 “Produzione di pasticceria fresca”, iscritte nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato i suindicati prodotti, nel medesimo periodo di cui sopra, per almeno il 5% sul totale.
Le modalità e i termini di presentazione delle domande saranno stabiliti con successivo Provvedimento direttoriale del MIPAAF.
 

Sabrina Pucci, 344/2544138 s.pucci@centrofidi.it
Daniela Salvi, 344/2564258 d.salvi@centrofidi.it

 

In evidenza
Dal 6 settembre

FONDO IMPRESE CREATIVE

Al via dal 6 settembre l’apertura dello sportello per accedere alle agevolazioni del Fondo Imprese Creative.

Si tratta in particolare del CAPO III del decreto interministeriale 19 novembre 2021, promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, insieme al Ministero della Cultura e gestito Invitalia, che finanzia le micro, piccole e medie imprese operanti in qualunque settore che intendono acquisire un supporto specialistico nel settore creativo e introdurre innovazioni di servizio, prodotto o processo.

I servizi specialistici dovranno essere erogati da imprese creative e riguardare i seguenti ambiti strategici:

  • azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand
  • design e design industriale
  • incremento del valore identitario del company profile
  • innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo

La dotazione finanziaria è di 9,6 milioni di euro.

La presentazione prevede due fasi, una prima fase di compilazione e una fase successiva di invio. 

La compilazione delle domande è possibile dalle ore 10.00 del 6 settembre 2022.

La presentazione delle stesse sarà possibile dalle ore 10.00 del 22 settembre 2022.

In evidenza

Aggiornato il Protocollo anti Covid per i luoghi di lavoro privati al chiuso

Aggiornato il Protocollo anti Covid per i luoghi di lavoro privati al chiuso. Si specifica che l’uso della mascherina 2rimane un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio". Sarà ridiscusso entro il 31 ottobre.

Scarica il Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro.

 

In evidenza

DAL 30 GIUGNO SANZIONI PER CHI NON ACCETTA CARTE DI PAGAMENTO

Il 30 giugno 2022 è il termine per l'applicazione delle sanzioni in caso di mancata accettazione di pagamenti tramite carte di pagamento (credito, debito, prepagate). L'entità della sanzione amministrativa pecuniaria è pari a 30 euro, aumentata del 4 per cento del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l'accettazione di un pagamento tramite carta.
Si ricorda che rimane in vigore il credito d'imposta sulle commissioni pagate per pagamenti elettronici:
esercenti attività di impresa, arte o professioni spetta un credito di imposta pari al 30 per cento delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate o per transazioni effettuate mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili. Il credito d'imposta spetta per le commissioni dovute in
relazione a cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti di consumatori finali, a condizione che i ricavi e compensi relativi all'anno d'imposta precedente siano di ammontare non superiore a 400.000 euro.

Per informazioni Mirko Papi: m.papi@cciol.it


Confcommercio in una nota ribadisce la sua linea sottolineando che "non si può pensare di incentivare i pagamenti elettronici attraverso il meccanismo delle sanzioni, quello che serve per raggiungere questo obiettivo è una riduzione delle commissioni e dei costi a carico di consumatori ed imprese, anche potenziando lo strumento del credito d’imposta sulle commissioni pagate dall’esercente, e introdurre la gratuità per i cosiddetti micropagamenti". "Già oggi nel nostro Paese- sottolinea Confcommercio - il numero di transazioni con carte di debito, di credito e prepagate è elevatocon una crescita, nell’ultimo quinquennio, del 120% e sono oltre 4 milioni i Pos installati e attivi presso le attività commerciali e di servizi. E’ dunque evidente che il nostro sistema dei pagamenti è già in pieno sviluppo, ora va fatto di più per modernizzare ulteriormente questo processo rendendolo più efficiente e meno oneroso". "Agire per via sanzionatoria per la mancanza del Pos - conclude Confcommercio -non è certo la strada da seguire, andrebbe invece prorogata tempestivamente la misura istituita dal decreto “Sostegni-bis”, in scadenza a fine giugno, che dispone l’incremento del credito d’imposta sulle commissioni pagate dagli esercenti che adottano sistemi evoluti di incasso".

In evidenza
L'obbligo non si applica se l'importo totale è inferiore a 10.000 euro

OBBLIGHI PUBBLICAZIONE EROGAZIONE PUBBLICHE 2021: IL TERMINE E' IL 30 GIUGNO

Come sapete la legge 124/2017 prevede la pubblicazione, entro il 30 giugno di ogni anno degli aiuti di stato e de minimis ricevuti e in generale di tutte le erogazioni pubbliche. 

L'importo è su base annua e deve essere conteggiato secondo il criterio di cassa (erogati / incassati) e non sulla base della concessione.

Hanno l'obbligo tutti i soggetti iscritti al Registro delle imprese:

  • società di Capitali (Spa, Srl, Sapa);
  • società di persone (Snc, Sas);
  • ditte individuali esercenti attività di impresa;
  • società cooperative (incluse le cooperative sociali).

L'obbligo non si applica ove l'importo totale ricevuto sia  inferiore a 10.000 euro nel periodo considerato.

Le imprese soggette all'obbligo di pubblicazione nel "Registro nazionale degli aiuti di Stato", possono adempiere agli obblighi pubblicitari, semplicemente indicando sul sito internet l'esistenza di tali aiuti (senza il bisogno di fornire informazioni dettagliate) con questa dicitura:
"La società ha ricevuto benefici rientranti nel regime degli aiuti di Stato e nel regime de minimis per i quali sussiste l'obbligo di pubblicazione nel Registro Nazionale degli aiuti di Stato di cui all’art. 52 della L. 234/2012".


Le sanzioni vanno da 2000 euro fino all'obbligo di restituzione di quanto ricevuto.

La pubblicazione andrà effettuata sul sito internet aziendale o, per chi ne fosse sprovvisto, sul sito internet dell'associazione di categoria di riferimento.
Come lo scorso anno, anche nel 2022 Confcommercio si rende disponibile  per la pubblicazione degli aiuti  su confcommercio.li.it 


Contattate i vostri addetti di riferimento e in particolare
Luca Franciosi, l.franciosi@confcommercio.li.it
Gabriele Bilanceri, cecina@confcommercio.li.it
Alessio Schiano, turismo@confcommercio.li.it

 

In evidenza
A CASTAGNETO IL CORSO CELIACHIA 2022

FORMAZIONE OBBLIGATORIA CELIACHIA

Operatori che intendano produrre, somministrare e vendere alimenti senza glutine in imprese alimentari -rischio alto - sono soggetti ad obbligo formativo. Il rinnovo è obbligatorio a cadenza quinquennale.
Il corso Confcommercio si svolgerà il 9 giugno 2022 a Castagneto Carducci (LI)
Chiama 0586/1761056-57
Scrivi a formazione@confcommercio.li.it