In evidenza

DIRETTIVO BALNEARI SAN VINCENZO

Alla presenza (distanziata) del presidente della delegazione Busdraghi e del direttore Federico Pieragnoli, si è costituito il direttivo SIB San Vincenzo. E' stato eletto presidente Matteo Montagnani del Bagno Florida, ...

Leggi

SALDI INVERNALI, IN TOSCANA AL VIA IL 30 GENNAIO 2021

Le vendite di fine stagione non si apriranno come al solito il giorno prima dell'Epifania, ma saranno posticipate a fine mese. Lo ha deciso la giunta regionale della Toscana. Prima dei saldi ci sarà però quest'ann...

Leggi

Proroghe fiscali, agenti tra gli ATECO destinatari dei rimborsi, indennità

RISTORI-QUATER

È entrato in vigore il 30 novembre 2020 il cosiddetto Decreto “Ristori quater“, pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Prevede la proroga delle imposte e delle dichiarazioni dei redditi, con l’obiettivo di so...

Leggi

Archivio

In evidenza
In Provincia di Livorno Confcommercio Professioni ha ottenuto assistenza fiscale e contabilità a un prezzo fisso speciale

PROFESSIONISTI: CONTABILITA' A CONDIZIONI VANTAGGIOSE

Confcommercio Professioni della Provincia di Livorno ha chiesto a Centro Impresa OnLine vantaggi speciali per i professionisti che si associano a Confcommercio: assistenza contabile e fiscale a un prezzo fisso speciale per ripartenza.
Siamo felici di annunciare che CCIOL ha accettato la proposta. Per questo i professionisti della Provincia di Livorno potranno godere dell'esperienza e professionalità Confcommercio nella gestione della contabilità e nell'assistenza fiscale a queste condizioni:
- se in regime forfettario: 350 euro + Iva all'anno
- in caso di monocommittenza: 200 euro + Iva all'anno

L'offerta sarà valida fino al 31/12/2020.

Contatta Mirko Papi, tel. 329/1816998, e-mail : m.papi@cciol.it

In evidenza
Alberto Nencetti, presidente provinciale SIB Confcommercio, chiede collaborazione a amministrazioni, forze dell'ordine e bagnanti

BALNEARI COMPATTI CONTRO IL CONTAGIO, MA SERVE AIUTO

Si riporta l'articolo integrale che è stato pubblicato sui maggiori quotidiani.

"A tutti noi la mascherina dalle 18:00, obbligatoria anche negli stabilimenti balneari, è sembrata un po' fuori luogo, anche perché gli assembramenti sono possibilissimi anche alle 17:58, così come il rischio del contagio. Ma ci adeguiamo, comprendendo che la ratio dell'ordinanza riguarda aperitivi e cocktail musicali dove i giovani possono stare appiccicati per ore senza nessun dispositivo di protezione". Alberto Nencetti, che rappresenta gli imprenditori balneari SIB Confcommercio della provincia di Livorno, dichiara che sui bagni verrà esposta cartellonistica supplementare in osservanza dell'ordinanza ministeriale che impone di usare mascherine anche all'aperto dalle ore 18.00 alle ore 06.00 negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, lungomari). "I gestori e lo staff degli stabilimenti si sono impegnati per tutta l'estate a mantenere il distanziamento sociale, e a tenere un registro per la tracciabilità dei clienti. E' anche successo di incorrere in polemiche con clienti che non volevano essere registrate, o con persone che si assembravano sulla riva del mare. E' stato un lavoro duro e continuo, a volte frustrante". "E' un'anomalia che durante il giorno gli imprenditori e i dipendenti, oltre a fare il proprio lavoro, debbano vigilare, ma che poi dalle 20 in poi si improvvisino raduni e rave sulle spiagge libere, terra di nessuno e da nessuno controllate". "Con le discoteche chiuse, i giovani si sono immediatamente riversati sulle spiagge a passare la nottata. Per questo, nell'interesse della salute e per non vanificare gli sforzi fatti finora, SIB Confcommercio Livorno chiede alle amministrazioni locali di emanare ordinanze per il controllo del fenomeno. Chiediamo inoltre un aiuto alle forze dell'ordine per contenere, di giorno e di notte, gli assembramenti sul mare. Ai clienti e ai bagnanti chiediamo collaborazione nell'applicazione delle disposizioni governative".

In evidenza
Una manovra di sostegno alle imprese che nasce da un percorso condiviso con le associazioni di categoria per il rilancio post Covid

PIOMBINO, IMMUTATE LE TARIFFE TARI E RIDUZIONI PER LE IMPRESE

Il Consiglio comunale ha varato le misure sulla Tari, mantenendo immutate le tariffe rispetto al 2019.
I provvedimenti per le attività commerciali prevedono:

  • riduzioni pari al 50 per cento per tutti gli operatori che hanno dovuto sospendere l'attività;
  • ai campeggi e agli stabilimenti balneari abbattimento al 15 per cento;
  • le altre attività, nel dettaglio quelle rientranti nei codici di attività 4, 11, 12, 17/A, 18, 19, 20, 21, 27 e 29, usufruiranno della riduzione del 50 per cento presentando entro il prossimo 15 settembre una dichiarazione che attesti la sospensione dell'attività.

Oltre alle riduzioni previste per gli operatori economici, il Comune ha deciso ulteriori riduzioni della Tari per le utenze domestiche. Nel dettaglio, taglio totale per i cittadini che hanno una Isee pari o inferiore a 10mila euro. Mantenute, poi, le riduzioni del 15 e dell’80 per cento per le utenze domestiche adibite ad abitazione principale vicine ai grandi stabilimenti industriali e agli impianti di smaltimento dei rifiuti.
Per l'anno 2020 l’obbligo di versamento è fissato in un'unica rata entro il 16 Novembre prossimo. Una manovra da oltre 600mila euro.

In evidenza

CECINA. IN SCADENZA RICHIESTA CONTRIBUTI PER DANNI METEO 2019

La Regione Toscana ha emesso una nuova ordinanza 86/2020 relativa all'evento meteo del 28-29-30 ottobre 2018 relativa all'erogazione di contributi ai privati cittadini per i danni subiti.

Si tratta di una procedura che permetterà ai privati cittadini di ottenere un rimborso per il ripristino dei danni occorsi agli immobili, anche di quelli che non abbiano ricevuto totale copertura con l'immediato sostegno (procedura tuttora in corso che prevede un massimale di rimborso pari a 5.000 euro) o per la ricostruzione/delocalizzazione dell'immobile stesso. Le domande in bollo dovranno essere presentate al Comune di Cecina via pec al protocollo del Comune protocollo@cert.comune.cecina.li.it o consegnati a mano al Comune Amico entro il 10 agosto corredate di tutta la documentazione prevista. Si ricorda inoltre che la documentazione per la richiesta dei contributi e delle misure a sostegno dei nuclei familiari e delle attività economiche e produttive che hanno subito danni dagli eventi meteorologici di novembre 2019 deve essere consegnata invece entro il 7 agosto. Sul sito del Comune di Cecina è possibile trovare tutte le informazioni. E’ possibile contattare anche la Protezione Civile del Comune di Cecina ai seguenti numeri: 0586.611332 - 0586.611202

In evidenza
Per abbattere i costi di accesso a finanziamenti attraverso i consorzi fidi

CREDITO, IN ARRIVO DALLA REGIONE TOSCANA I VOUCHER GARANZIA

La Confcommercio della provincia di Livorno esprime soddisfazione per il provvedimento con cui la Regione Toscana concede un plafond di dieci milioni di euro per contributi in conto commissioni di garanzia su operazioni di finanziamento. Si tratta di un contributo a fondo perduto pari all'1,5 % del finanziamento concesso, e che abbatte i costi di accesso a finanziamenti, attraverso i consorzi fidi iscritti all'apposito elenco regionale.


Per informazioni:
Sabrina Pucci, s.pucci@centrofidi.it, tel. 344/2544138
Daniela Salvi, d.salvi@centrofidi.it, tel. 344/2564258
Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30.

In evidenza

GUIDE TURISTICHE, CONTRIBUTI REGIONALI

La Regione Toscana sta per pubblicare il bando per la concessione di un contributo economico in favore delle guide turistiche che operano in modo continuativo sul territorio toscano e che risultano negli elenchi provinciali della Regione Toscana.
Le guide turistiche sono tra le categorie professionali più colpite dal lockdwon e dalla crisi del turismo che stiamo attraversando, per questo la Regione ha stanziato 500mila euro, da concedere con procedimento automatico e per ammontare determinato sulla base del numero delle domande validamente presentate.
Modalità e tempi di richiesta del contributo saranno noti dalla prossima settimana.
Per informazioni turismo@confcommercio.li.it

In evidenza
Indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività

Linee guida anti contagio per le attività economiche, produttive e ricreative

Pubblichiamo i documenti che SILB Confcommercio mette a disposizione di tutti gli associati:

  • informativa sul trattamento dei dati personalida far sottoscrivere agli avventori al momento dell’ingresso, così da poter mantenere un registro delle presenze per la durata di 14 giorni come indicato nelle Linee Guida allegate al DPCM 14 Luglio. La base giuridica del trattamento è duplice: dover ottemperare a obblighi di legge e il consenso prestato dai soggetti interessati. Pertanto la raccolta del dato personale attraverso questa modalità è da considerarsi legittima.
  • Come integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale e igienico-comportamentali finalizzate a contrastare la diffusione di SARS-CoV-2 in tutti i contesti di vita sociale le Linee guida per ogni comparto:

● RISTORAZIONE
● ATTIVITÀ TURISTICHE (stabilimenti balneari e spiagge)
● ATTIVITÀ RICETTIVE
● SERVIZI ALLA PERSONA (acconciatori, estetisti e tatuatori)
● COMMERCIO AL DETTAGLIO
● COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE (mercati e mercatini degli hobbisti)
● UFFICI APERTI AL PUBBLICO
● PISCINE
● PALESTRE
● MANUTENZIONE DEL VERDE
● MUSEI, ARCHIVI E BIBLIOTECHE
● ATTIVITÀ FISICA ALL'APERTO
● NOLEGGIO VEICOLI E ALTRE ATTREZZATURE
● INFORMATORI SCIENTIFICI DEL FARMACO
● AREE GIOCHI PER BAMBINI
● CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI
● FORMAZIONE PROFESSIONALE
● CINEMA E SPETTACOLI DAL VIVO
● PARCHI TEMATICI E DI DIVERTIMENTO
● SAGRE E FIERE LOCALI
● STRUTTURE TERMALI E CENTRI BENESSERE
● PROFESSIONI DELLA MONTAGNA (guide alpine e maestri di sci) e GUIDE TURISTICHE
● CONGRESSI E GRANDI EVENTI FIERISTICI
● SALE SLOT, SALE GIOCHI, SALE BINGO E SALE SCOMMESSE
● DISCOTECHE

In evidenza
L'intervento del direttore Pieragnoli

CONFCOMMERCIO FA IL PUNTO SULLE MISURE PROMESSE DALL'AMMINISTRAZIONE CHE NON HANNO ANCORA TROVATO APPLICAZIONE

Le palestre rischiano la chiusura, i potenziali clienti dei negozi non possono parcheggiare in centro, ma le soluzioni tardano ad arrivare
"La disponibilità ad aiutare le imprese durante il post-covid era stata molto alta" esordisce il direttore provinciale della Confcommercio Federico Pieragnoli, ma evidentemente il Comune di Livorno sta trovando ostacoli di natura burocratica, o sicurezza, o non so che altro. Siamo al 17 luglio; le palestre, le associazioni e società sportive di Livorno attendono ancora il via libera per organizzare i corsi estivi all'aperto su parchi e spazi pubblici.
Più di un mese e mezzo fa questa esigenza era stata presentata direttamente dagli sportivi al sindaco Salvetti, e non ci era sembrato che arrivare a una quadra sarebbe stato complicato. Per iscritto Confsport Confcommercio aveva anche elencato alcune zone comunali adatte all'utilizzo sportivo e al mantenimento della distanza interpersonale tra gli atleti. Confsport si impegnava a garantire protocolli di sicurezza nonché a fornire un calendario dettagliato delle attività sportive, per non intralciare in nessun modo la fruizione degli spazi da parte dei altri visitatori e frequentatori. l'associazione scrivente possa periodicamente fornirVi potrebbe garantire una miglior e più rapida ripresa delle associzioni e società che operano nel settore sportivo. Perché non si è dato seguito a una misura che avrebbe accelerato la ripresa economiche di tante piccole realtà?
Il contagio fa meno paura, ma non si creda che la crisi morda di meno. Cosa devono fare le piccole palestre per riprendere a lavorare in serenità?"

E Confcommercio rivolge al Comune domande simili anche per gli stalli blu. Sui parcheggi, secondo Pieragnoli, l'amministrazione aveva ben iniziato, ma evidentemente non era a metà dell'opera. "Siamo molto lontani da quanto richiesto dalle imprese per tramite di Confcommercio, questioni già affrontate a gennaio con l'amministrazione comunale, che aveva convenuto sulla necessità di alcune modifiche al sistema della sosta. Dopo il lockdown e il crollo dei fatturati sembrerebbe l'ora di fare qualche scelta che favorisca il tessuto economico cittadino". Cosa aveva chiesto Confcommercio? "L'abolizione degli stalli blu all'interno delle zone a traffico limitato e in determinate aree, la trasformazione dell'ex parcheggio ATL per favorire la sosta a pochi metri dal nostro lungomare, il frazionamento della tariffa della prima nel centro città, l'abbassamento delle tariffe orarie, il ripristino dei permessi per albergatori e commercianti all'interno delle zone a traffico limitato. Gli imprenditori ci credono ancora".

In evidenza

Francesca Marcucci nel consiglio nazionale di Confcommercio

L’assemblea nazionale Confcommercio ha visto, oltre che il rinnovo del mandato presidenziale di Carlo Sangalli fino al 2025, anche la new entry in consiglio direttivo nazionale di Francesca Marcucci che guida l’associazione provinciale di Livorno. “Essere nel consiglio nazionale è molto importante per la provincia di Livorno – dichiara – Sottolineo la rilevanza dei diversi livelli di rappresentanza della Confcommercio e la necessità di un continuo confronto tra associazioni territoriali, regionale e nazionale, perché è da questo confronto che le istanze delle nostre imprese, che insistono su un’area molto vasta e complessa che va da Piombino a Collesalvetti, riescono ad arrivare direttamente in Regione Toscana e al governo centrale. E’ chiaro che i nostri interlocutori naturali siano e restino le amministrazioni locali, ma in alcuni frangenti ci troviamo a avere a che fare con problemi la cui competenza è ultraterritoriale. Ecco, per me è importante essere in consiglio nazionale Confcommercio a rappresentare le imprese della provincia di Livorno e a capire meglio i retroscena di alcuni provvedimenti”. “Anche nel post-lockdown l’impatto sui redditi più bassi continua a essere enorme, sia per i titolari delle attività che hanno chiuso per mesi, sia per i lavoratori, in cassa integrazione, in attività ridotta, o per contratti e collaborazioni cessati o non rinnovati. La ripresa è ancora lenta e l’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) segnala un calo del 15,2%, dato meno negativo se confrontato con il trimestre precedente, ma ancora lontano dai valori pre-pandemia. I settori più in sofferenza sono i sevizi ricreativi, le strutture turistiche e della somministrazione, l’abbigliamento e i beni e servizi per la mobilità. Dobbiamo ancora lavorare molto per sostenere le imprese più svantaggiate e rilanciare l’economia. In questo senso sono fiera di essere in prima linea” conclude la presidente e neo consigliera nazionale Marcucci.

 

In evidenza

COMUNE DI PIOMBINO. LE NOSTRE RICHIESTE ALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Agli incontri effettuati nelle ultime settimane con l'Amministrazione Comunale di Piombino ed alle richieste delle Categorie delle quali ci siamo fatti portavoce nel confronto con gli assessori Nigro (commercio) e Ferracci (bilancio), riportiamo le principali misure che dovrebbero essere predisposte. L'ufficialità dovrebbe avvenire a breve dopo la discussione in Consiglio Comunale:

  • TOSAP
    azzeramento a tutte le categorie con contributo equivalente l'importo da corrispondere a condizione che vengano soddisfatte le tre seguenti condizioni:
    1) l'attività deve risultare tra quelle sospese da DPCM od anche per scelta volontaria
    2) l'attività può dimostrare con autocertificazione di aver visto una riduzione del fatturato nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020
    3) l'impresa si trova nella condizione di regolarità tributaria nei confronti del Comune (anche aprendo oggi una rateizzazione per eventuali tributi non ancora corrisposti)
  • TARI
    1) riduzione fino al 50 per cento della parte fissa e variabile della tariffa 2020 per tutte le categorie economiche che soddisfino le tre condizioni sopra riportate fatta eccezione per quelle attività prettamente stagionali come campeggi e stabilimenti balneari, per i quali la riduzione sarà del 15%;
    2) per le famiglie: riduzione al 100 per cento degli importi da corrispondere con ISEE fino a 10.000 euro
  • possibilità di rateizzare i tributi locali fino a 72 rate + moratoria da agosto a dicembre (non sanzioni per tardivi pagamenti) possibili sia per imprese che per privati

Inoltre, su richiesta di alcuni negozi stiamo portando avanti con gli assessori menzionati la facoltà di poter gratuitamente disporre su richiesta degli interessati di uno spazio per stendini ed espositori (ovviamente dove marciapiedi o spazi antistanti lo consentano in sicurezza) almeno per la stagione estiva.